venerdì 17 febbraio 2017

COME GESTIRE L'ANSIA DA TERREMOTO

La notizia di un terremoto, anche se non si risiede nella zona coinvolta e quindi non è stato avvertito in prima persona, può comunque comportare uno stato ansioso col timore che possa nell'immediato colpire anche la propria zona di residenza. Il timore infatti è che ciò che al momento riguarda "altri" prima o poi possa riguardare se stessi.
La paura del terremoto è una paura ancestrale che rimanda all'incapacità dell'uomo di controllare eventi naturali.
Questa paura ancestrale è amplificata in chi soffre d'ansia che tende a voler mantenere il controllo di tutto per poter gestire al meglio la propria ansia.
Cosa fare in questi casi ?
L'ansia del terremoto è un fenomeno emotivo per cui bisogna cercare di contrastarlo con processi razionali quali:
Il raccogliere informazioni di tipo tecnico e statistico sull'evento,
il leggere o l'ascoltare l'opinione di sismologi,
il ridurlo ad un fenomeno esterno a noi,
il non ascoltare o vedere le dirette televisive sull'evento se tendono a scuotere troppo emotivamente,
Questi accorgimenti razionali potrebbero sembrare egoistici, ma non significano non provare partecipazione o empatia per quello che è successo, ma hanno il solo scopo di ridurre solo l'eccessiva ansia associata a tali eventi.

Roberto Cavaliere